News

21 dicembre 2017

Condividi:

CONTRIBUTI AGLI INVESTIMENTI ANNO 2017. PROVVEDIMENTI MINISTERIALI.

Sulla gazzetta ufficiale n. 178 del 1 agosto 2017 sono stati pubblicati i provvedimenti ministeriali che disciplinano la concessione degli incentivi per gli investimenti nel settore dell’autotrasporto per il 2017.

 

Si tratta in particolare:

  1. del Decreto ministeriale 20 giugno 2017 recante “Modalità di erogazione delle risorse per investimenti a favore delle imprese di autotrasporto per l’annualità 2017” (d’ora in poi DM);
  2. del Decreto dirigenziale 17 luglio 2017 recante “Disposizioni operative di attuazione” delle misure incentivanti di cui al DM 20 giugno 2017 (d’ora in poi DD).

Evidenziamo di seguito la disciplina essenziale derivante dal combinato disposto dei due decreti, rimandando per gli ulteriori approfondimenti all’attenta lettura degli stessi.

Rispetto alla precedente annualità, lo stanziamento previsto per gli investimenti 2017 è stato incrementato a 35.950.177 euro (dai 25 milioni del 2016). Il periodo in cui effettuare gli investimenti va quest’anno dal 2 agosto 2017 (data di entrata in vigore del DM) al 15 aprile 2018.

 

BENI AGEVOLABILI (art.1 DM)

I contributi possono essere chiesti dalle imprese di autotrasporto merci per conto di terzi attive in Italia, in regola con i requisiti di iscrizione all’Albo degli autotrasportatori e al REN, per le seguenti tipologie di beni:

 

  1. acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore 3,5 ton. a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel + elettrico: art. 2, comma 2, lettere a e b) ed elettrica – Full Electric, nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica: risorse destinate: 10,5 milioni di €;
  2. radiazione per rottamazione di automezzi di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 ton, con    contestuale    acquisizione,    anche    mediante    locazione    finanziaria,     di automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto merci di massa complessiva pari o superiore alle 11,5 ton, di categoria ecologica Euro VI: risorse destinate 10 milioni di €;

 

 

  1. acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica, nonché per l’acquisizione di Rimorchi e S/R o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori a 7 tonnellate allestiti per trasporti in regime ATP, rispondenti a criteri avanzati di risparmio energetico e rispetto ambientale: risorse destinate: 14,4 milioni di €. I dispositivi innovativi sono riportati nell’allegato 1 del decreto;
  2. acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di gruppi di 8 casse mobili ed un rimorchio o semirimorchio portacasse, così da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro, senza alcuna rottura di carico: risorse destinate: 1,050 milioni di €.